header-image

LDH Lab Digital Humanities

LDH Lab Digital Humanities

LDH, ovvero lattato deidrogenasi, è un enzima che si trova nelle cellule degli organismi. La sua funzione è quella di coadiuvare il processo di trasformazione dello zucchero in energia.

LDH - Lab Digital Humanities si propone di ampliare gli orizzonti della ricerca nel settore delle tecnologie digitali. L’integrazione tra discipline umanistiche e discipline informatiche consente infatti di divulgare il sapere, ma anche generare modelli, strumenti ed applicazioni volti ad aumentare l’impatto dei prodotti culturali e mediali, la loro capacità di circolare efficacemente attraverso diversi canali digitali e di interpellare e coinvolgere le proprie audience

  • LDH offre corsi di alta formazione, nella forma di executive, school, workshop, erogati sia in presenza, sia attraverso webinar, e finalizzati a far crescere e aggiornare le skill digitali chi già opera (o di chi vuole operare) nel campo della promozione e della valorizzazione dei saperi e dei prodotti culturali;
  • LDH progetta e sostiene lo sviluppo di nuove forme di divulgazione (strategie partecipative e co-creative, online e offline; strategie social e digital finalizzate all’audience development ed all’audience engagement);
  • LDH esamina i linguaggi, le estetiche, le tendenze culturali dei principali canali comunicativi, fornendo modelli analitici e predittivi, con l’obiettivo di offrire le coordinate per la realizzazione di azioni comunicative efficaci.

LDH opera nei seguenti àmbiti:

  • media literacy (cinema, audiovisivi, editoria, musica, game): corsi e progetti finalizzati alla valorizzazione digitale dei prodotti culturali e mediali, alla crescita della consapevolezza e delle  competenze d’uso delle nuove audience (generazione Z, audience non familiare...);
  • partecipatory culture : corsi e progetti finalizzati all’aumento dell’audience engagement e alla crescita della creatività e dell’innovazione nel campo della produzione culturale, attraverso messa a punto e gestione di strumenti di co-design e collaborazione;
  • digital public history: corsi e strumenti finalizzati alla diffusione del sapere storico, attraverso l’elaborazione di strategie di storytelling per i diversi ambienti del web, con specifico riferimento ai social media e alle nuove forme e strategie di ingaggio online delle audience;
  • podcast and oral history: corsi e strumenti finalizzati a sviluppare forme inedite, leggere e ingaggianti di storytelling, per la promozione della conoscenza, di specifici saperi e progetti, di imprese e di istituzioni;
  • communicative trends' analysis: estetiche, temi, stili: corsi e strumenti finalizzati ad analizzare volumi di dati estesi adottando un approccio semiotico rivisto e supportato da strumenti digitali (Social Network Analysis, NVivo);
  • cultural products' impact assessment: corsi e strumenti finalizzati a ponderare l’impatto dei prodotti mediali e culturali attraverso l’applicazione di un modello integrato di lettura che misura e pondera impatti diretti e indiretti, in termini di ROI, digitalROI, valore sociale e culturale (reputazione, immaginari generati, esperienze, aspettative).

La ricerca

Audience

In questa sezione è possibile accedere all'archivio di 4390 fra disegni e racconti prodotti da bambini fra i 6 e 14 anni in tutto il territorio nazionale. L'archivio può essere esplorato incrociando l'età dei bambini, il loro sesso, il linguaggio espressivo utilizzato e il tema del disegno. Il contributo dei bambini e le risposte fornite nel questionario costituiscono un corpus di dati unico sul rapporto fra iGen italiana e cinema.

Vuoi rimanere sempre aggiornato sui nostri corsi e le iniziative per te? Lasciaci i tuoi contatti