header-image

Comunicazione musicale

Alumni

Nato nel 2000 il Master in Comunicazione Musicale, ha visto la partecipazione di circa 500 studenti, per un totale di oltre 9000 ore di lezione in aula.
Nel corso delle sue 22 edizioni, il Master ha formato una nuova generazione di professionisti della musica. Molti di questo ex-allievi, ora con una solida carriera nel music business, sono tornati e/o torneranno in Aula a tenere lezione, diventando testimonial e docenti.

 

“Lavorare nell'industria musicale è sempre stata la mia ambizione e frequentare il Master in Comunicazione Musicale è stato determinante per la realizzazione del mio obiettivo. Per me è stata un'opportunità di crescita, sia umana che lavorativa: per la professionalità e la competenza dei docenti, per la pertinenza del materiale didattico, per la rete di contatti e per la preparazione con cui si arriva al mondo del lavoro. Sì, perché il punto forte del Master è proprio questo: durante la fase d'aula, la possibilità di essere costantemente formati e stimolati; durante la fase dello stage, la possibilità di essere seguiti e indirizzati verso l'ambito professionale più consono alle proprie attitudini e capacità. Il Master mi ha spalancato le porte su un mondo che prima di allora mi sembrava inaccessibile: grazie a questo percorso, sono approdata a Radio 105, dove lavoro tuttora nella redazione programmi.”
Lidia Tagnesi - Redattrice presso Radio 105


“Ho trascorso l'adolescenza immerso nella musica, fruendola in ogni sua sfaccettatura: dai concerti ai video su Mtv, dalla radio al Festival di Sanremo. Crescendo, ho realizzato che quella che credevo fosse semplicemente la passione di un adolescente qualsiasi, in realtà per me era molto di più: ‘da grande’ avrei voluto farla diventare il mio lavoro, per conoscere tutti i ‘perché’ delle scelte artistiche, creative e strategiche che stanno dietro ad un artista e metterle a mia volta in pratica su nuovi progetti. Non c’è stata esperienza migliore del Master in Comunicazione Musicale per dare una risposta alle mie domande, per conoscere e fare chiarezza sulle figure, le dinamiche e i meccanismi del settore musicale. Soprattutto, il Master è stato il ponte grazie al quale sono venuto in contatto con l’azienda per la quale lavoro tutt'oggi: Carosello Records. Qui, da 5 anni a questa parte mi occupo della crescita e dello sviluppo artistico dei progetti artistici e della loro promozione sui media”.

Giuseppe Barone, Promotion And A&R Manager @ Carosello Records


"Dieci anni fa, neo laureata in lettere e praticante in una concessionaria di pubblicità, sognavo per il mio futuro di diventare un ufficio stampa musicale. Avevo avuto modo di conoscerne alcuni e la fortuna di vederli all'opera. Lessi del "Master in Comunicazione Musicale" e mi iscrissi con il pensiero che nella peggiore delle ipotesi "almeno avrei fatto un tentativo". Sin dal primo giorno mi sono trovata di fronte ai più grandi e influenti professionisti del settore, che con amore immenso per il loro lavoro e grande passione hanno seguito me e i miei compagni di classe giorno per giorno per otto mesi dandoci gli strumenti, tutti, per darci modo di comprendere l'arrovellato meccanismo dell'industria musicale. Dalla comunicazione alla discografia, dal live alla promozione radiofonica, dal diritto d'autore all'affascinante storia della musica pop-rock. Strumenti utili ed essenziali per il lavoro che svolgo oggi e che ho iniziato il giorno dopo essere uscita dal Master grazie allo stage curriculare e che mi ha dato le chiavi per una porta, la prima, da varcare. Che mi ha dato modo di iniziare. Se consiglierei il Master? Assolutamente sì. A chiunque pensa che questo mondo, quello che con dell'orgoglio posso oggi definire il "mio" mondo, debba a tutti i costi essere anche il proprio!"
Veronica Corno, ora Responsabile Comunicazione di Friends&Partners, promoter di Ligabue, Francesco DeGregori e altri - docente del Master


"Il mio obiettivo è sempre stato il Live. Ogni volta che andavo a vedere un concerto mi chiedevo cosa realmente succedesse nel backstage, quante persone e quali figure professionali servissero a creare quello show. Il master, in particolare, si occupa di creare figure da inserire nell'ambito della comunicazione musicale ma riesce a dare ottimi sbocchi anche in diversi ambiti, come ad esempio la produzione di eventi. Sin dall'inizio dello stage ho avuto modo di lavorare ad una grande produzione come il tour di Vasco Rossi."

Francesca Arruzzo, ora Production Assistant a Live Nation, organizzatore di eventi musicali

 



“Da sempre appassionato di musica e dei meccanismi che la governano, ho deciso di intraprendere il percorso del Master in Comunicazione Musicale per approfondire i miei studi nel settore ed avere un accesso diretto ad un mondo che mi ha sempre affascinato. Grazie al Master infatti, sono riuscito a trovare un forte collegamento tra il mio percorso di musicista, e grande ascoltatore di musica, e i miei studi nel Marketing da poco terminati, potendo conoscere meglio le dinamiche di settore attraverso le testimonianze, gli insegnamenti e gli spunti di riflessione che ogni giorno mi venivano proposti in aula da grandi professionalità. Questo percorso di studi ha avuto il suo compimento in uno stage alla Energy Production, etichetta indipendente tra le più importanti del panorama pop/dance italiano, e successivamente in Made In etaly come responsabile dei rapporti con i servizi di musica digitale (Spotify, Apple Music…). In Made In etaly ho appreso tutti i segreti della distribuzione e marketing digitale applicati alla musica, un’esperienza gratificante e formativa che mi ha permesso, dopo 4 anni, di approdare a The Orchard Italia come Marketing Manager e poter lavorare alle campagne digital di artisti di primissimo rilievo in Italia (Negramaro, Thegiornalisti, Emis Killa…) e nel mondo (BTS, Mötley Crüe, Ozuna, Passenger…). Consiglio il Master a tutti i ragazzi che hanno voglia di confrontarsi con un settore in evoluzione costante e sempre ricco di stimoli.”

Alessio Radoccia, ora Marketing Manager presso The Orchard Italia


“Un pomeriggio mentre ero in pausa dallo studio digitai su internet “Comunicazione Musicale” cercando un master che potesse indirizzarmi in quello che è sempre stata una mia ambizione ovvero lavorare nel music business. Scoprii il master dell’università Cattolica e decisi di provare questa avventura. L’esperienza del master è stata davvero fondamentale per il mio percorso perché mi ha dato dei riferimenti, mi ha guidato e mi ha fornito le basi per potermi muovere in questo mondo senza il master probabilmente lavorare nella musica sarebbe stato solo un sogno. Il master mi ha spalancato le porte per delle esperienze che poi si sono trasformate in lavoro e collaborazioni.

Tra le soddisfazioni più grandi di questo mio percorso lavorativo c’è l’aver ottenuto un secondo posto a Sanremo Giovani 2021 con Davide Shorty, interamente prodotto, promosso e gestito dalla label di cui sono socio Totally Imported”.

Francesco Italiano, AR Manager di Totally Imported/Vetrodischi


“Mi sono iscritto al Master in Comunicazione Musicale con l’idea di voler fare l’a&r per un’etichetta discografica. Nonostante iniziai le lezioni convinto che non sarei mai diventato un addetto stampa, dopo aver frequentato il corso di Riccardo Vitanza ho capito che, presso la sua agenzia, quello sarebbe stato il mio inizio.
Da lì in poi proseguii lavorando per un’agenzia di booking, in cui feci da talent scout, tour manager e social media manager. Arrivai nell’etichetta indipendente Giada Mesi e Francesco Gaudesi fu il mio grande punto di riferimento in questo campo. Qui approfondii il ruolo di a&r, la consulenza artistica e feci il mio primo grande tuffo nel publishing, perché Francesco e il suo socio Paul Sears sono anche editori e rappresentano in Italia la Ultra Publishing. Arrivai nel 2019 ad Esse Magazine in cui lavorai da subito come a&r e project manager di grandi progetti urban, da Paky a Marracash: è stata un’esperienza incredibile. Nel corso degli anni mi accorsi che la parte autoriale era il campo per cui nutrivo grande interesse e che sarei voluto diventare un editore. A gennaio 2022 raggiungo i miei due obiettivi ed entro a far parte del team Sugar ricoprendo il ruolo di A&R Publishing”.

Gabriele Compierchio, A&R Publishing @ Sugar


“Quello che ho imparato dalla vita è che se hai una passione, devi provarci e seguire quella strada. Il Master in Comunicazione Musicale mi ha accompagnato in quella che, già in partenza, era la mia direzione: diventare un addetto stampa. Ho sempre avuto la passione per le riviste, mi incuriosiva sapere chi aveva condotto un'intervista, come era stata preparata, cosa aveva preceduto l'incontro con l'artista. Poi, col tempo, ho capito che dietro a tutto questo c’è la figura dell’addetto stampa e ero certo che fosse proprio quello che volevo fare nella vita. Il Master mi ha permesso di conoscere tutti i dettagli della filiera musicale e di entrare in contatto con professionisti del settore, grazie ai suoi corsi e alle lezioni sul campo.

Alla fine degli studi, è partita la mia esperienza presso Parole & Dintorni, agenzia di comunicazione in cui sono cresciuto professionalmente grazie a stimoli continui. In questi anni mi sono occupato di vari progetti, da artisti italiani come i Tazenda, Vincenzo Incenzo, Chiara Civello, Dj Matrix, Matteo Faustini, Peligro, ad artisti internazionali come Purple Disco Machine, Rosalía, Lil Nas X, Jennifer Lopez, Christina Aguilera, Britney Spears; da festival come Piano City Palermo e Naturalmente Pianoforte a locali (Spirit de Milan in primis), eventi live e tanto ancora.

Il Master è un’opportunità unica per chi vuole fare della musica la propria vita lavorativa e conoscere tutti i retroscena che si celano dietro questo mondo!”

Francesco Di Mento, Addetto Stampa presso Parole & Dintorni


“Dopo aver frequentato il Master in Comunicazione Musicale all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e aver lavorato per 4 anni come addetta stampa per l'agenzia Parole & Dintorni, da maggio 2019 ho iniziato a lavorare nella comunicazione come freelance, destreggiandomi tra la promozione stampa tradizionale e la collaborazione con i new media, occupandomi principalmente di progetti legati al mondo urban e al nuovo pop italiano.

A marzo 2022 è nata HELP - PR & MEDIA RELATIONS srls, un nuovo tassello del mio percorso professionale e di continua ricerca. L’obiettivo è continuare a sviluppare strategie di comunicazione e promozione equilibrate attraverso i media tradizionali e i nuovi soggetti della comunicazione digitale (creator, influencer, youtuber, editor di pagine social, podcaster...). Marracash, tha Supreme, Gazzelle, Mara Sattei, Gemitaiz,  Madame sono alcuni degli artisti di cui curo le relazioni con i media, collaborando giornalmente a stretto contatto con major, etichette indipendenti, booking e management del music business italiano. Frequentare il Master in Comunicazione Musicale è stato un passo fondamentale non solo per un primo approccio al settore, ma anche per conoscere i meccanismi e i protagonisti che muovono tutta la filiera musicale”.

Valentina Aiuto, PR & Media Relations

 

 

Vuoi rimanere sempre aggiornato sui nostri corsi e le iniziative per te? Lasciaci i tuoi contatti