Le professioni della comunicazione


header-image

Le professioni della comunicazione

Le professioni della comunicazione

Le competenze e i profili emergenti nel mercato del lavoro

Proseguire gli studi o entrare direttamente nel mondo del lavoro? Dopo una laurea triennale o magistrale si aprono diversi possibili percorsi in cui non è sempre facile orientarsi per la rapidità con cui cambia il contesto.
Il Workshop annuale Almed, quest'anno dal titolo 'Le professioni della comunicazione. Le competenze e i profili emergenti nel mercato del lavoro', ha voluto fornire degli strumenti concreti per conoscere meglio i diversi settori in cui si articola il mondo della comunicazione e le competenze richieste ai giovani che vogliono costruire il proprio futuro professionale in questo ambito.

Tanti sono stati i professionisti che si sono alternati nei quattro panel proponendo la propria visione del settore e interpretando le sue linee di evoluzione.
E' emerso trasversalmente nei panel che la 'cassetta degli attrezzi' di un giovane che vuole inserirsi nel mondo della comunicazione è composta da hard skill e soft skill.
Quali sono nel dettaglio?
Le hard skill, ovvero le competenze tecniche, comprendono sia la conoscenza dettagliata del proprio settore e del relativo 'saper fare' ma anche quella dello scenario in cui il settore si colloca e delle tendenze evolutive che lo attraversano. I giovani devono inoltre conoscere gli sviluppi tecnologici e prestare attenzione ai settori emergenti.
In merito alle soft skill, da coltivare già durante il percorso di laurea, fra quelle più valorizzate ci sono intraprendenza, curiosità, capacità di mettersi alla prova. E' essenziale, inoltre, coltivare il proprio network di relazioni personali.
Per fare qualche esempio concreto, quindi, nella comunicazione digitale occorre conoscere nel dettaglio come si fa pianificazione o come si gestiscono i social media ma bisogna anche essere attenti al tema dei Big Data e della loro interpretazione contestuale.
Nel settore della produzione video, invece, occorre conoscere nel dettaglio i meccanismi di scrittura e produzione ma anche capire come si sta muovendo lo scenario a livello internazionale e quali sono i nuovi soggetti con cui relazionarsi, per esempio i Paesi emergenti a livello di produzione oppure le nuove forme di contenuto come i branded content o ancora le realtà di produzione digitale legate al web.
Nel settore delle media relation occorre sviluppare la capacità di essere comunicatori a 360° con un'attenzione ai settori che si stanno trasformando maggiormente, come quello della mobilità.
Nel settore della progettazione culturale, infine, è indispensabile costruire una salda competenza nel project management ma anche avere dei propri obiettivi personali.

Non esiste quindi un percorso predefinito che possa portare a realizzare i propri obiettivi personali ma tanti percorsi 'taylor made' che ciascuno si può costruire unendo percorsi formativi e professionali nel modo più coerente. Prima di intraprendere un percorso di formazione post-laurea è quindi indispensabile conoscere bene le caratteristiche, le richieste e gli sbocchi professionali del master o della laurea magistrale scelti.

9.15 - 9.30
Mariagrazia Fanchi: Direttore ALMED
Saluti e introduzione ai lavori

9.30 - 10.45
Produzione e management dell'audiovisivo

Luca Bacci, Founder and partner, The Producer Academy
Valerio Bassan, Head of Digital at ForbesITALIA + Strategy and Growth, VICE
Paolo Colombo, Coordinamento Risorse Umane, Mediaset
Axel Fiacco, Autore e produttore televisivo
Erica Negri, Scripted Production Sky Italia
Linda Ovena, Autrice e speaker per radio e tv (Le parole della settimana, Rai3)

10.45 - 11.30
Comunicazione di prodotto

Veronica Corno, Responsabile comunicazione F&P Group
Giovanni Cova, Presidente QMI - The Art of Entertainment
Marco Del Checcolo, Managing Director DMTC Sport
Mara Maionchi, Produttrice discografica, conduttrice radiofonica

11.30 - 12.20
PR, Comunicazione digitale, Account&Sales

Walter Bonanno, Direttore Generale Gruppo Editoriale CityNews
Pier Francesco Caliari, Direttore generale di Confindustria Ancma
Maurizio Mazzanti, Co-founder e amministratore di Reborn Ideas
Layla Pavone, Chief Innovation & Marketing and Communication Officer, Consigliere Delegato, Digital Magics Spa
PierDonato Vercellone, Presidente Ferpi

12.20 - 13.20
Progettazione culturale, Diplomazia culturale e organizzazione di eventi

Silvia Barbieri, Amministratore delegato The Branding Letters
Paolo Lughi, Responsabile Comunicazione e Ufficio Stampa La Biennale di Venezia
Alessandro Borchini, Direttore Comunicazione e marketing, Piccolo Teatro di Milano

Ogni sessione comprende una parte di presentazione e una parte di question time rivolta ai professionisti ospiti. La partecipazione al workshop è aperta a tutti gli interessati.

Venerdì, 11 maggio 2018, ore 9.15
Università Cattolica del Sacro Cuore - Cripta dell'Aula Magna Largo Gemelli, 1 - Milano

Partecipazione libera fino a disponibilità di posti in aula.

In partnership con COGITO ERGO WORK


Contatti
ALMED - Alta Scuola in Media, Comunicazione e Spettacolo
tel. 02.7234.2814
e-mail: almed@unicatt.it

Vuoi rimanere sempre aggiornato sui nostri corsi e le iniziative per te? Lasciaci i tuoi contatti