Arte e creatività per la trasformazione sociale. Il caso di Moleskine Foundation


Arte e creatività per la trasformazione sociale. Il caso di Moleskine Foundation

Il Master Progettare Cultura. Arte, design, imprese culturali
è lieto di invitarvi all'Open Lecture

Arte e creatività per la trasformazione sociale.
Il caso di Moleskine Foundation

introduce
Ivana Vilardi, Coordinatore del Master

intervengono
Maria Sebregondi, Presidente Moleskine Foundation

Adama Sanneh, Direttore Generale Moleskine Foundation

Mercoledì 11 Aprile 2018 I h 18,00 - 19,30 I Aula N110 Via Nirone, 15 Milano

Moleskine è un nome che tutti conoscono per i famosi taccuini amati da scrittori e artisti. La storia del taccuino prediletto da Chatwin e del successo dell'azienda milanese è nota.
Altrettanto interessante è l'attività che Moleskine ha sostenuto negli anni e che da fine ottobre viene valorizzata dalla nascita di una propria Fondazione che interpreta cultura e creatività come motori di promozione sociale.
Ad animare la Fondazione è il principio che un'istruzione di qualità sia fondamentale per produrre un cambiamento positivo nella società e guidare al meglio il nostro futuro comune.

La Fondazione si focalizza su tre aree d'intervento prioritarie: la promozione dell'arte e della cultura per sviluppare un cambiamento sociale positivo, l'istruzione innovativa e l'impegno a promuovere il dibattito internazionale su questi temi, per favorire la trasformazione sociale e l'interazione interculturale.

La Moleskine Fondation eredita infatti il patrimonio - di comunità, valori, progetti - di lettera27 - con cui Moleskine ha operato in stretta collaborazione negli ultimi 10 anni - per rilanciarlo su più vasta scala :

"La Fondazione lettera27 è stata un luogo non convenzionale di sperimentazione di progetti e strumenti culturali volti alla trasformazione sociale, oggi pronta a un salto di scala nella sostenibilità e nell'impatto sociale delle sue iniziative. Il brand Moleskine d'altro canto ha maturato la decisione di un impegno di responsabilità sociale più importante e ancor più integrato con i propri valori d'impresa" ha dichiarato Maria Sebregondi.

La Fondazione è indipendente dall'azienda Moleskine, sia sotto il profilo organizzativo che operativo, ma i valori in comune fra Azienda e Fondazione disegnano nuovi percorsi nel rapporto tra for-profit e non-profit: l'azienda Moleskine garantisce l'operato in completa autonomia e indipendenza della Fondazione, che entra a far parte delle attività di responsabilità sociale della stessa.

Per l'inaugurazione della Fondazione un posto speciale hanno avuto i taccuini della Art Collection della Fondazione che oggi conta oltre 1000 pezzi. Tra questi, opere originali di artisti, designer, registi, illustratori quali: Joep Van Lieshout, Luca Vitone, Enzo Umbaca, Spike Jonze, Antonio Marras e Ross Lovegrove.

Designer, artisti, architetti, registi, grafici, illustratori e scrittori provenienti da tutto il mondo hanno donato le loro opere per supportare le attività di Moleskine Foundation e ispirare giovani talenti creativi. Le opere sono rilasciate con licenza libera CC_BY_SA.

Fra i progetti principali sui quali l'attività della Fondazione si concentra ricordiamo: AtWork, e WikiAfrica.

AtWork è un format educativo itinerante che usa il processo creativo per stimolare il pensiero critico tra i partecipanti. Promuove l'espressione dell'identità individuale nel confronto collettivo e nella messa in discussione del pensiero dominante e dei pregiudizi ad esso connessi. WikiAfrica Schools promuove nelle scuole la scrittura su Wikipedia di voci relative alle loro comunità e interessi, trasformando gli studenti da ricevitori passivi di contenuti a produttori di saperi ed esperienze.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Maria Sebregondi Ideatrice negli anni 90 della linea di taccuini Moleskine, ha diretto il brand e la comunicazione fino al 2015: oggi la presidente della Moleskine Foundation è impegnata nello sviluppo di progetti non profit legati alla cultura e all'istruzione di qualità come motore di trasformazione sociale.

Adama Sanneh Dopo un Master in Public Management alla Bocconi e un Master in Business Administration presso l'Università di Ginevra ha collaborato come consulente manageriale e strategico con diverse organizzazioni pubbliche e non-profit, tra cui le Nazioni Unite, occupandosi di progetti legati alla formazione, all'innovazione e all'imprenditoria sociale. In qualità di Direttore dei programmi di lettera27, si è impegnato a promuovere e diffondere una maggiore conoscenza del continente africano, concentrandosi in particolare sul ruolo dell'arte e della cultura come strumenti di trasformazione sociale. Un impegno che continua a portare avanti oggi come COO di Moleskine Foundation.

In sintesi :

Arte e creatività per la trasformazione sociale
Il caso di Moleskine Foundation

Mercoledì 11 Aprile 2018 h 18,00 - 19,30
Via Nirone, 15 Milano I Aula N110
Per informazioni: master.progettarecultura@unicatt.it

Vuoi rimanere sempre aggiornato sui nostri corsi e le iniziative per te? Lasciaci i tuoi contatti